WELCOME TO INVALUABLE
Be the first to know about
the latest online auctions.
Please enter a valid email address (name@host.com)
Sign Up »
PS: We value your privacy
Thank you!
 
 
Want to learn more
about online auctions?
Take a Quick Tour »
 
Invaluable cannot guarantee the accuracy of translations through Google Translate and disclaims any responsibility for inaccurate translations.
Show translation options

Lot 80: A pill vase, central Italy (probably Deruta), mid 16th century

Majolica

by Cambi Casa d'Aste

25 October 2016

Genoa, GE, Italy

Live Auction
Past Lot
  • A pill vase, central Italy (probably Deruta), mid 16th century
  • A pill vase, central Italy (probably Deruta), mid 16th century
Looking for the realised and estimated price?

Description: Maiolica Altezza cm 15,6 frattura lungo tutta la zona mediana e scrostature. Provenienza: collezione privata, L’opera è pendant di quella esaminata alla scheda n.78. Anch’essa è tipica foggia da farmacia, con corpo ovoidale, ad alto piede slanciato, svasato e con orlo a spigolo; la bocca è ampia e a bordo esproflesso. Sulla zona frontale, all’interno di un ampio medaglione circolare, delimitato da un festone di foglie e frutta, e legato ai lati da nastri, è raffigurato un amorino, che con entrambe le mani stringe una corona; è in atto di incedere verso una casa di tipo rustico, posta a sinistra della composizione, su una strada con lastre delineate per linee diagonali; all’orizzonte sul lato opposto è dipinto un picco montuoso e in alto due nuvole appena accennate. Verso il piede si dispone un cartiglio orizzontale, con estremità arricciate, che porta la scrittaV°. EGITTIACO; al piede è tracciata una fascia con ovuli e filettature. Dipinto in arancio, blu, giallo e verde. Vale quanto abbiamo commentato per l’opera precedente, cioè che questo piccolo vaso destinato ad contenere un unguento, fa parte di una serie di piccoli contenitori, compresi in un noto corredo da farmacia, oggi disperso in varie collezioni pubbliche e private. Sono opere tutte accomunate dalla scena è circoscritta in un largo festone, frequente nella maiolica derutese fin dal primo ‘500. Anche quest’opera nella piccola scena istoriata, di deliziosa tematica, incentrata sulla festosa figura di un amorino, ispirato ad un modello incisorio, conferma la qualità sofisticata della monocromia azzurra, con sfumature leggere e acquarellate, contorni marcati qua e là con ripassi di colore più denso. L’opera è sicuramente della stessa mano del pittore del pilloliere esaminato nella scheda precedente, in cui oltretutto il maestro adotta la stessa soluzione per la strada su cui si svolge la scena, delineata anche in questo caso con lastre disposte su linee diagonali. La scritta farmaceutica, scrittaV°. EGITTIACO, si riferisce all’ unguento egiziaco, adoperato antica- mente per la cura delle ulcere.

Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
 
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
 
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)