WELCOME TO INVALUABLE
Be the first to know about
the latest online auctions.
Please enter a valid email address (name@host.com)
Sign Up »
PS: We value your privacy
Thank you!
 
 
Want to learn more
about online auctions?
Take a Quick Tour »
 
Invaluable cannot guarantee the accuracy of translations through Google Translate and disclaims any responsibility for inaccurate translations.
Show translation options

Lot 19: An apothecary vase, Faenza, mid 16th century

Majolica

by Cambi Casa d'Aste

25 October 2016

Genoa, GE, Italy

Live Auction
Sold
  • An apothecary vase, Faenza, mid 16th century
  • An apothecary vase, Faenza, mid 16th century
  • An apothecary vase, Faenza, mid 16th century
Looking for the realised and estimated price?

Description: Maiolica Altezza cm 21 buona conservazione Provenienza: collezione privata , L’opera mostra corpo ovoidale poggiante su base piatta e con accenno di piede svasato; il colletto è a parete alta e cilindrica, e la bocca ha un orlo leggermente estroflesso; il corpo è dotato di versatore a tubetto e di robusto manico a nastro. Sulla zona anteriore, sotto il beccuccio, che è campito in giallo e finito alla base con un motivo a smerlo, si dispone un medaglione che racchiude un busto muliebre vòlto a sinistra, associato alla lettera “N”, graffita sul fondo a campitura blu, probabilmente iniziale del nome della donna, che è vestita con un mantello legato sulla spalla a mo’ di clamide; sull’altro lato del busto è ugualmente graffita l’iniziale “B”, plausibile abbreviazione dell’epiteto “Bella”. La restante superficie è dipinta con motivi “alla porcellana” , riservati al fianchi del manico, e verso la base, su un cartiglio, si legge la scritta farmaceutica “IVELEP. D. RIBES” (giulebba di ribes). Dipinta in blu, giallo e verde. Brocca di bella fattura, appartenente alla nota classe decorativa detta “alla porcellana”, dipinta prevalentemente in blu, di ispirazione sinica estremo-orientale, trasfusa nel corso del ‘500 nei repertori italiani attraverso i traffici col Levante, riportata da Cipriano Piccolpasso, massimo didascalico della maiolica italiana, con la dizione che ancora oggi si adotta comunemente. E’ classe decorativa così fortunata che è attestata in non meno raffinate e coeve testimonianze in aree venete, liguri, toscane, marchigiane, umbre e laziali, tant’è che in molti casi non è consentita una chiara identificazione di fabbrica o di provenienza. Comuni infatti ai vasellami “alla porcellana” delle officine delle aree su accennate sono i dettagli graffiti sul blu, specie nei lobi dentati, così pure l’inserimento all’interno di un medaglione di un tema figurato, a volte policromo, in questo caso una “bella”, ma spesso di valenza simbolica, quali ad esempio, un coniglio, un’anitrella, un pavone, un motto ecc., come dimostrano, ad esempio, tre brocche della donazione Mereghi, nel Museo faentino1 . Per quanto riguarda Faenza, si può far risalire tale motivo esotico, come vera e propria classe decorativa dominante, solo dai primi del ‘500 con un sensibile incremento nel corso della prima metà del secolo, come confermano abbondanti reperti recuperati in scavi effettuati a Faenza, in gran copia nelle raccolte didattiche del Museo faentino. Offrono inoltre precisi riferimenti cronologici anche alcuni vasellami: un piatto del Victoria and Albert Museum di Londra, del “1510”, un frammento del “1521”, “tondino” delle raccolte del Museo del Castello di Milano del “1539”, che conserva anche una brocca del tutto simile a questa2, e altri due frammenti, recuperati in contesti faentini, datati rispettivamente “1561” e “1591”3. La dicitura farmaceutica dipinta nel cartiglio si riferisce alla giulebba di ribes, che veniva impiegata contro la dissenteria. 1RAVANELLI GUIDOTTI 1987, schede 38-40, pp. 150- 154. 2RAVANELLI GUIDOTTI 2000, scheda 120, pp. 123- 124. 3RAVANELLI GUIDOTTI 1998, p. 265. Figg. 1 e 2.

Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
 
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
 
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)
Lot title
$0 (starting bid)